venerdì 19 novembre 2021

La gnoseologia dello gnosticismo - Seconda Parte (2/4)

 La gnoseologia dello gnosticismo 

Seconda Parte (2/4)

La critica dello gnosticismo in Papa Francesco

Papa Francesco ha svolto una severa critica allo gnosticismo moderno nella sua Esortazione Apostolica Gaudete et exsultate del 19 marzo del 2018. È molto significativo che il Papa abbia inserito questa critica in un documento dedicato alla promozione della santità, a significare che la questione dello gnosticismo, prima ancora che essere una questione dottrinale, è una questione morale di onestà intellettuale, di umiltà davanti alla verità, di sincera preoccupazione per la salvezza dell’uomo, di vigile attenzione alle tentazioni della superbia, della giusta impostazione del rapporto dell’uomo con Dio.

P. Giovanni Cavalcoli

Fontanellato, 27 luglio 2021

Continua a leggere:

https://padrecavalcoli.blogspot.com/p/la-gnoseologia-dello-gnosticismo.html

 

 

 

L’idea di Francesco di pubblicare un documento del genere giunge opportunissima e provvidenziale, come la pioggia estiva che giunge a dissetare la terra inaridita per la siccità. 

 

 

Non si può negare che l’influsso dello gnosticismo all’interno della Chiesa sia il problema dottrinale più grave della Chiesa di oggi.

 

 

Con intuito sicuro ispirato dal carisma petrino, Francesco denuncia nello spazio di 10 numeri del documento i gangli vitali del mostro e lo abbatte con quattro colpi ben assestati, come fece Davide con Golia.


La conclusione di Papa Francesco è molto severa:

«Lo gnosticismo è una delle peggiori ideologie, perché mentre esalta indebitamente la conoscenza o una determinata esperienza, considera che la propria visione della realtà sia la perfezione. In tal modo, forse senza accorgersene, questa ideologia si alimenta e diventa ancora più cieca» (n.40).

 Immagini da internet

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non consoni al blog, saranno rimossi.